Il Diversity+ Ambassador è nato!
  • Post category:NEWS

L’articolo presenta gli sviluppi più recenti del progetto Diversity+ e introduce il Quadro europeo delle qualifiche (livello 5) del Diversity Ambassador attivo negli ambienti di educazione e cura della prima infanzia (ECEC), lanciato ufficialmente nel luglio 2022 dal parteneriato progettuale, guidato dal Centro Italiano per l’Apprendimento Permanente – CIAPE. L’articolo descrive la metodologia adottata per sviluppare l’EQF, e delinea le caratteristiche del ruolo nell’ambito ECEC.

Le basi per l’apprendimento permanente, l’integrazione sociale e lo sviluppo personale vengono gettate nei primi anni di vita dell’individuo. Questa rappresenta una fase cruciale della vita per iniziare a sottolineare l’importanza della diversità, dell’equità, dei valori e dei comportamenti inclusivi. Sebbene le questioni relative all’inclusione della diversità siano sempre più in primo piano nelle istituzioni ed organizzazioni ECEC, la maggior parte del personale attivo in quei contesti non è specializzato in questo senso e necessita di guida e sostegno per comprendere come affrontare le questioni relative alla gestione e valorizzazione delle diversità.

Il progetto Diversity+ intende contribuire a risolvere questo problema e ha già sviluppato diversi strumenti per supportare i professionisti ECEC nell’inclusione delle diversità. Come primo passo, le organizzazioni partner del progetto hanno lavorato alla creazione della Carta Diversity+, che stabilisce i requisiti minimi che le organizzazioni ECEC dovrebbero soddisfare per considerarsi “Diversity positive”. Il passo successivo è consistito nello sviluppo e progettazione di uno strumento per la valutazione del diversity footprint, che mira a supportare insegnanti, presidi e altri professionisti dell’ECEC nella valutazione dei servizi offerti in un’ottica di inclusione, con lo scopo – ove necessario – di migliorarli. Per sostenere ulteriormente la qualità delle strutture ECEC europee, il progetto Diversity+ ha sviluppato un EQF di livello 5 per il Diversity Ambassador all’interno delle strutture di educazione e cura dedicate ai giovanissimi.

Con il lancio dell’EQF nel luglio 2022, il progetto Diversity+ ha raggiunto un altro importante traguardo. Lo scopo principale dell’EQF consiste nell’offrire una risposta alla domanda circa quale debba essere il profilo, e quali le qualità, conoscenze, competenze e attitudini che un insegnante di scuola materna dovrebbe avere per integrare approcci inclusivi nell’ambiente ECEC, e per supportare i colleghi in questo percorso. Trovare una risposta a queste domande ha presupposto un’indagine approfondita.

Il profilo, infatti, si basa su ricerche condotte da tutti partner del progetto, in collaborazione con professionisti ECEC, metodologi e dirigenti di centri ECEC attivi nei vari contesti nazionali (Bulgaria, Repubblica Ceca, Italia, Slovacchia, Paesi Bassi, Regno Unito), finalizzate a identificare quali siano le competenze necessarie al fine di assumere il ruolo di Diversity Ambassador. Parallelamente, è stata condotta un’indagine di livello europeo al fine di evidenziare tendenze, pratiche, esigenze e sfide nella professionalizzazione del personale ECEC. I risultati raccolti sono stati articolati in un profilo di competenze formale, basato sul Quadro europeo delle qualifiche – livello 5. La versione finale del profilo è stata discussa e revisionata durante una sessione di co-creativa che ha riunito esperti nell’ambito dell’istruzione e formazione, organizzata nel quadro del meeting di partenariato transnazionale tenutosi a Leida lo scorso 12 e 13 maggio 2022.

L’EQF intende migliorare la gestione delle risorse umane ECEC, a profilare le conoscenze, le abilità e le attitudini chiave per rispondere ai bisogni individuali e di gruppo di bambini provenienti da contesti diversi e con bisogni educativi speciali. Risorse di apprendimento specifiche completano il profilo EQF con l’obiettivo di sviluppare più agevolmente il ruolo dell’Ambasciatore.

Lo sviluppo dell’EQF è stato guidato dal coordinatore italiano del progetto, CIAPE, e sarà reso disponibile in più versioni linguistiche (inglese, bulgaro, slovacco, ceco e italiano).

Manca un anno alla fine del progetto Diversity+: nei mesi che restano, le organizzazioni partner lavoreranno intensamente allo sviluppo di una serie di scenari interattivi facenti parte di un ulteriore strumento formativo aperto: un Serious Game interattivo, rivolti a professionisti ECEC perché siano sempre più in grado di aiutare i bambini nel riconoscere e sfidare pregiudizi, razzismo e timore delle diversità.

Romana Šloufová, Project Manager, Schola Empirica z.s.

Tutti i risultati sviluppati nell’ambito del progetto sono disponibili in inglese, bulgaro, ceco, inglese, italiano e slovacco sul sito web del progetto https://diversity-plus.eu/toolkit/Alcune risorse sono disponibili, eccezionalmente, anche in olandese.

Per maggiori informazioni sul progetto, consulta e segui la nostra pagina Facebook https://www.facebook.com/Diversityplusproject/